Fondamenti della nuova medicina integrativa criticaFondamenti della nuova medicina integrativa critica

 

Codifica universale dell'informazione sull'essere vivente

big bang L'origine dell'universo è stimata dagli astrofisici a 13,7 miliardi di anni fa e l'ipotesi fino ad oggi accreditata è quella del Big Bang.

Le onde luminose e sonore originali si sarebbero materializzate in seguito, nel corso dell'evoluzione, sotto forma di corpuscoli sempre più complessi.

 

Due correnti si oppongono attualmente in occidente sull'origine e sull'evoluzione della vita: il creazionismo dei religiosi per i quali Dio ha creato tutto e l'evoluzionismo darwiniano degli atei per i quali tutto si è creato per caso e per selezione naturale.

 

Facendo la mito-bio-logia, cioè mettendo date, parole, nomi (logos) sulla successione delle epoche ( DNA, arcaica, protozoica, paleozoica, mesozoica e cenozoica), dei 6 regni (astrale, minerale, microbico, vegetale, animale, mentale) e delle specie , è possibile seguire la filogenesi o il filo rosso conduttore (mito) genealogico, peri-natale, peri-mortale, genetico ed epigenetico dell'essere vivente, insieme alla sua comparsa, alle sue strutture e alla suo bio-plasticità.

La filo-geografia ci mostra i movimenti delle placche tettoniche dei continenti e le loro modulazioni, i loro incontri (creazione delle catene montuose, eruzioni vulcaniche, terremoti, interramenti,…).

 

La filo-climatologia studia l'evoluzione del clima ed il suo impatto sull'evoluzione dell'essere vivente.

Il regno minerale che compone gli astri è quello della "memoria morta" o della codifica universale sull'informazione dell'essere vivente, per conservarne la memoria.
Lo studio di queste memorie terrestri viene fatto per i naturalisti con la paleontologia, e per quelle di origine umana con l'archeologia.

 

Formazione dell'essere vivente

Partendo dalla memoria morta contenente l'informazione, cioè l'in-forma, che non ha forma, è possibile mettere in forma ed in vita: è la memoria viva.
Per gli antichi, queste forme sono influenzate dalle forze astrali e dalla gravitazione terrestre il cui effetto sul sistema locomotore è stato dimostrato dalla conquista spaziale.

 

Pre - vivente.

Universo (macro cosmo)

universLa messa in forma dell'universo in rifacimento perpetuo (astro-plasticità) è il risultato di forze di vita astro fisiche (attrazione, repulsione, unione, separazione) o astro alchemiche (trasmutazione) che danno l' attuale universo (vie, galassie, sistemi, soli, pianeti, stelle, super nova, buchi neri,…) descritto dall'astronomia.
Le missioni spaziali internazionali studiano questi fenomeni da 50 anni.

Il mondo astrale influenza particolarmente (attività solare, stagioni), il geo - clima.

 

 

Terra (Ge(o) o Gaia)

TerraLe scienze della terra (geografia, geologia, geo-mineralogia, geofisica, geochimica, geo-biologia, geo-climatologia, glaciologia) studiano la geo-plasticità. Per gli antichi, la nostra terra è una madre viva che ci sostiene e ci nutre, e merita tutto il nostro rispetto.

 

 

Vivente (bios in greco)

I pro-biotici

I pro-biotici Sono i precursori biologici che saranno integrati e trasformati (bio-mineralogia, biochimica molecolare, bio-alchimia) dagli esseri viventi propriamente detti secondo la biologia.
Saranno alla base della strutturazione genetica ed epigenetica del nucleo del citoplasma e della membrana delle future cellule.

 

 

I biotici

I biotici In questo microcosmo, dai microzymas, si formeranno dei virus, dei batteri, dei funghi (Mycos), dei micobatteri, dei prioni che la microbiologia, la micologia e la parasitologia studiano.

 

 

 

Gli unicellulari

Gli unicellulari Dai microbi nascono le prime cellule isolate ed individualizzate composte da 3 livelli (nucleo, citoplasma, membrana), dotati di una quadrupla computazione (informazione, simbolo, memoria, logica), studiate in citologia.

 

 

 

I pluricellulari

I pluricellulariLe cellule isolate hanno rapidamente realizzato che era loro interesse raggrupparsi e vivere solidalmente in comunità cellulare, distribuendosi i compiti e diventandone specializzate. L'istologia studia questa bio-diversificazione e specializzazione cellulare.

 

 

Organizzazione dell'essere vivente

embriologiaL'embriologia è la disciplina che studia lo sviluppo e l'organizzazione degli esseri viventi, cioè la creazione degli organi da differenti tipi di cellule. Tutte le tappe precedenti le ritroviamo accelerate al momento dello sviluppo embriologico.


Ogni gamete (spermatozoo, ovulo), dopo la separazione ormonale nel suo pianeta di origine (testicolo, ovaio) è lanciato nello spazio vaginale e uterino per lo spermatozoo, e nello spazio intra-peritoneale per l'ovulo.


Il loro incontro dà nascita ad una nuova cellula grazie al parassitismo dell'ovulo da parte dello spermatozoo. Da questo unicellulare nasce, per divisione cellulare, un essere pluricellulare (morula, blastula) composto da cellule ceppo totipotenti. Al 16esimo giorno, nell'essere umano, tutte queste cellule si dividono in 2 strati sferici attorno ad una cavità interna.

 

L'interno è chiamato endoderma e l'esterno ectoderma.

 

Da questi 2 foglietti embrionali (i derma) ne nascerà un 3°, il mesoderma, composto per metà da endoderma e per metà da ectoderma.

 

Dall'endoderma, in legame con il mondo interno materno, nasceranno gli organi più antichi del tubo digerente, i polmoni, le reni e le gonadi (ovaie, testicoli) necessari ai bisogni vitali per nutrirsi, respirare, eliminare e riprodursi.

Esso gestisce le acquisizioni e le perdite.

 

I neuroni corrispondenti a questi tessuti sono situati nel tronco cerebrale.

 

Il mesoderma antico di origine endodermica dà gli organi di protezione e conservazione dell'integrità (meningi, pericardio, pleura, peritoneo, derma cutaneo) e le ghiandole mammarie derivate dalle ghiandole dermiche dei rettili che secernono latte per proteggere (anticorpi materni) e per nutrire i piccoli (il guscio delle uova nei rettili).

 

Questi baluardi gestiscono gli attacchi ed i colpi duri contro se stessi, la discendenza o l'ascendenza.

 

I neuroni corrispondenti a questi tessuti si situano nel cervelletto.

 

Il mesoderma nuovo di origine ectodermica dà tutti gli organi per l'azione, la locomozione, il comportamento, le motivazioni, seduzioni e le comunicazioni e relazioni materiali o carnali (cuore, muscoli, apparato locomotore).


I neuroni corrispondenti a questi tessuti si situano nella sostanza bianca dell'encefalo.

 

Dall'ectoderma, in legame con il mondo esterno paterno, nasceranno gli organi sviluppatisi più di recente nell'evoluzione (cervello, sistema nervoso, epidermide, organi dei sensi) necessari all'emozione, alla delimitazione del territorio interno ed esterno, all'ordinamento, alla direzione, alla comunicazione immateriale ed alle relazioni con gli altri individui e regni.

 

I neuroni corrispondenti a questi tessuti si situano nella sostanza grigia dell'encefalo.

 

Per studiare gli organi sono necessarie le sezioni (tomografie).

L'anatomia è la scienza che dopo le sezioni ricostituisce gli organi senza sezioni (ana-tomia).

L'anatomia comparata degli organi dei vegetali, degli animali, e degli umani permette di studiare la specificità di ogni organizzazione.

 

Seguente : Orientamento dell'essere vivente >>

 

 

| Contact Evidences : Contact Evidences |